“Sono Re di Misericordia…
Con la mia Misericordia inseguo i peccatori
su tutte le loro strade ed il mio Cuore gioisce quando essi ritornano da me.
Dimentico le amarezze con le quali hanno abbeverato il mio Cuore
e sono lieto per il loro ritorno…
Dì ai peccatori che li attendo sempre,
sto in ascolto del battito del loro cuore per sapere quando batterà per me”

(Parole di Gesù a Santa Faustina Kowalska)





Un blog dedicato alla Divina Misericordia
e donato al Pontefice che più ne favorì il culto: Giovanni Paolo II.

Nelle pagine a destra sono elencate le forme di culto alla Divina Misericordia.
Nei posts troverai piccoli brani tratti dal Diario di Santa Faustina Kowalska.
Benvenuto/a!


venerdì 3 ottobre 2014

♥ Il Diario di Santa Faustina Kowalska ♥ 53 ♥

PREGHIERA 

Signore mio, 
infiamma il mio amore per Te, 
affinché fra le tempeste, 
le sofferenze e le prove, 
il mio spirito non venga meno. 

Vedi quanto sono debole. 

L'amore può tutto.


♥ Il Diario di Santa Faustina Kowalska ♥ 52 ♥

O Gesù mio, 
quanto sono grandi le incomprensioni! 

Talvolta, se non ci fosse l'Eucaristia, 
non avrei il coraggio di proseguire 
sulla strada che mi hai indicato. 

L'umiliazione è il mio cibo quotidiano. 

È logico che la promessa sposa 
si adorni con ciò che interessa 
al suo promesso Sposo, 
perciò la veste dello scherno 
che ha coperto Lui, 
deve coprire anche me. 

Nei momenti in cui soffro molto,
cerco di tacere 
poiché non mi fido della lingua, 
che in quei momenti è propensa 
a parlare di sé, 
ed invece deve servirmi 
per lodare Iddio 
per i tanti benefici e doni 
che mi ha elargito. 

Quando ricevo Gesù nella S. Comunione 
Lo prego ardentemente perché si degni 
di guarire la mia lingua, 
in modo che con essa non offenda
né Iddio, né il prossimo. 

Desidero che la mia lingua 
lodi Dio incessantemente. 

Grandi colpe si commettono con la lingua. 

Un'anima non può giungere alla santità, 
se non tiene a freno la propria lingua. 

♥ Il Diario di Santa Faustina Kowalska ♥ 51 ♥

O Signore, vedo bene che la mia vita, 
dal primo momento in cui 
la mia anima ricevette 
la capacità di conoscerTi, 
è una lotta incessante e sempre più accanita. 

Ogni mattina durante la meditazione
 mi preparo alla lotta per tutto il giorno 
e la S. Comunione 
mi dà la sicurezza che vincerò
 e così avviene. 

Ho paura di quel giorno 
in cui non ho la S. Comunione. 

Questo Pane dei Forti mi dà ogni energia 
per portare avanti quest'opera 
ed ho il coraggio di eseguire 
tutto quello che richiede il Signore. 

Il coraggio e l'energia, 
che sono dentro di me, 
non sono miei, 
ma di Chi abita in me: l'Eucaristia.